nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo

Domenica, 24/06/2007

Da Bercianos a Puente Villarente

 

scritto da Ferdinando Gambelli

 

Partenza alle 7:00, dopo aver fatto un’abbondante colazione al rifugio. La milanese Gabriella ci ha salutato ieri sera, perchè oggi non sarebbe venuta con noi; si sentiva troppo affaticata e dolorante ai piedi per i troppi chilometri percorsi con noi nei giorni precedenti e non si sentiva di fare una tappa così lunga.

Tornando al percorso, anche oggi tappa piatta con lunghissimi rettilinei; si cammina su un sentiero che costeggia la strada provinciale asfaltata. Noi, per comodità, alterniamo, dato che il traffico è quasi inesistente. L'unica cosa che interrompe la monotonia di questo mondo orizzontale è la ferrovia. E' questo il tratto più lungo, dopo quello precedente che conduceva a Calzadilla de la Cueza.

Verso le 11:00 arriviamo a Reliegos, ci fermiamo a fare uno spuntino in un bar, poi proseguiamo fino ad arrivare a Mansilla de las Mulas, dove visitiamo la chiesa, il paesino e pranziamo con frutta nella piccola piazza.

Dopo un pò di relax, uscendo dal paese, riprendiamo il cammino per un sentiero, mentre il paesaggio comincia a mutare e ondularsi, che ci porta alla via che costeggia il margine asfaltato della statale molto trafficata, giungendo a Puente Villarente, dove facciamo tappa.

Siamo sulla statale, in vicinanza della città di Leòn, non c'è più la pace dei paesini dei giorni precedenti.

Alle 22:00, ceniamo al ristorante del gestore dell'ostello. Siamo in compagnia di un francese, che da giorni incontriamo negli ostelli. Il dialogo è purtroppo povero, dato che la lingua diversa non ci permette di dialogare a lungo.

Da quel poco, ho capito che è partito da Le Puy, città francese dove risiede, circa 300 chilometri prima di Saint-Jean-Pied-de-Port, e che il suo pellegrinaggio sarebbe durato circa due mesi.

Dopo aver cenato, prima di andare a riposare, facciamo una passeggiata in questo paesino, che è per lo più un'area di servizio con bar e ristoranti.