nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo

Gli amici di Roma

Le grandi maratone risultano sempre spersonalizzanti: hai voglia a fissare appuntamenti, a sfruttare tutte le risorse del telefonino, a farti schizzi e tabelloni orari; quando ti trovi con diecimila maratoneti e chissa’ quanti caciaroni intorno, gli amici con cui aspettavi da settimane di trovarti spesso te li sogni.

Il contatto ‘spirituale’ piu’ vivo, forse, e’ quello realizzato con Jokess da Perugia, che mi essemmessa gli auguri prima della partenza, e poco dopo il mio arrivo e’ gia’ di nuovo a chiedere com’e’ andata. Quanto a presenze fisiche, per fortuna che la bella e colta Maria La Porta, scienziata politica transfuga dalla Sapienza e allieva di Panebianco (una che gli appuntamenti li fissa davanti alle librerie), ti prenota il sabato sera un tavolo alla “Gallina bianca”, dove entri superando le orde di non prenotati. Per l’albergo invece, siccome le suore stanno diventando troppo esose, mi ero rivolto al mio amico Gigi, il mattacchione del Finale: cosi’ ho dormito sotto lo stesso tetto dal sgnor Guldoon (uno che a Roma 1995 mi batte’, superandomi a Villa Borghese, e finendo in 3.17) e dell’ingegner Morisi, il massimo esperto italiano di Fidippide e delle balle che su di lui raccontano le riviste specializzate. Con noi anche Gianni Battaglia, novese gia’ campione italiano di maratonina, e a quasi 50 anni capace ancora, oggi a Roma, di un 2.55 che tuttavia non lo soddisfa. Peccato che il glorioso hotel sia caduto nelle mani dei cinesi, e la colazione del mattino si imperni su un caffe’ la cui polvere sara’ gia’ stata sfruttata al tempo della Lunga Marcia, e al momento di pagare il maitre tenti di addebitarmi una cifra doppia del pattuito… Ma mi rifaro’ con le sleppe di salame tagliate in persona da Bertoldo e Bertoldino (che mi raccomanda pure la sua coppa di testa), e il Salamino che scorre a fiumi, intent che al Gigi al gh’ha incora da rivaar.

In corsa, accoppiamenti quasi casuali, a seconda di come ci si trova alla partenza: comincio con Adriano Boldrin, che dichiara fin dall’inizio che lui non ce la fara’, e gli bastano i 6 a km, ma intanto passiamo i 10 in 50:20, e in compagnia del dottor Guido Ponzio da Campobasso arriviamo fin verso la mezza (Adriano ci saluta almeno due volte per certi suoi bisogni, ma poi lo vediamo prontamente rientrare…). Nel frattempo, ci superano l’inarrestabile Ubaldo Firenze (che dichiara di non aver dormito per niente, questa notte…), i palloncini azzurri delle 3.30 condotti dai …portatori di pacemaker, tra cui brilla un’elegantissima Patrizia Cini; a fontana di Trevi do’ licenza a Guido di andare in avanscoperta, al 29 mi prendono anche i palloncini arancioni delle 3.45, con la Giorgia Ruffilli al traino… Sono in crisi, prevista e amministrata; ma intanto, dopo la brutale salita del teatro di Marcello, raggiungo l’apache Benassi (“di questo passo non cucchi mica, eh?”); mi porto in vista, verso il 36, di una canotta Podisti.net poggiata su spalle femminili, ma non riusciro’ mai a raggiungerla. Ripassando dalle Piramidi, incrocio la Lorena Losi, cui rivolgo il rituale “Cs’agh maanca?”, e faccio in tempo a vedere Daniela Gianaroli che va a un buon passo, all’ombra di una stangona con vistoso reggiseno. Mi prende Andrea Maggini, che profitta della sua zoppia per scattare foto e propagandare la sua carissima maratona di Pisa, e insieme raggiungiamo il dottor Ponzio che, malgrado l’apnea, riesce a deprecare la sporcizia e l’anti-igienicita’ dei podisti che buttano bottiglie e spugne in mezzo alla strada. Il Colosseo e’ li’, ma il traguardo non si vede. Ah, finalmente: c’era chi temeva di perdere la verginita’ dell’under-4 hours, chi non voleva comunque far peggio del best time di Marco Negri: obiettivi entrambi raggiunti, vale la pena di un arrivo a braccia alzate e mani congiunte, vedremo i fotografi ufficiali cosa ne caveranno fuori. Ma le foto piu’ belle sono quelle che la bella Maria ha gia’ fatto (su istigazione di una telefonata dell’angosciato Morselli, all’uscita della pizzeria) e sta inviando a Podisti.net.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna